Post-Diario NARA

Era una giornata piovosa e un po’ malinconica come oggi quando abbiamo visitato Nara.
A poco più di mezz’ora da Kyoto (40 km che volete che siano per le ferrovie giapponesi?), sorge l’antica capitale del Giappone (dal 710 al 794), meta obbligata per turisti locali e non, patrimonio dell’UNESCO.
Avendola visitata in giornata ci siamo abbandonati alle visite più comuni, quindi il Daibutsu nel tempio Todaiji, il santuario Kasuga Taisha con le sue lanterne di pietra, le pagode a tre e cinque ordini, e così altri templi a un tiro di breve passeggiata singing in the rain.

Il Daibutsu del Todaiji, un buddhone bronzeo di 16 metri di altezza per un peso di 550 tonnellate. Per rendersi conto della maestosità della statua basta guardare quanto sono grandi le testoline che spuntano nel basso della foto. (Naturalmente pensavamo tanto al nostro bodhisattva preferito 😉 al quale dedichiamo la foto).(Pippo’s photo)

Uno dei guardiani del tempio (Pippo’s photo)

Il rossissimo tempio Kasuga Taisha: Pippo con dietro tavolette votive. Se vi state chiedendo come sia possibile che un tempio antico abbia un colore così acceso la risposta è semplice: i tempi shintoisti vengono ricostruiti ogni 20 anni.

Battesimo shintoista (Pippo’s photo)

Ortaggi arrostiti… mi dispiace, non saprei essere più specifica (Pippo’s photo)

Una delle immagini più comuni associate a Nara: cervi che scorazzano liberi per il Nara-koen e elemosinano incessamente cibo dai turisti. Naturalmente abbondano nelle vicinanze banchetti dove vengono venduti i biscotti di cui sono tanto golosi.

Annunci

Tag: ,

7 Risposte to “Post-Diario NARA”

  1. Bodhisattva Says:

    Stupendooooooooo a parte la bellezza dei soggetti, avete fatto veramente delle belle foto ragazzi ! (grazie per la dedica)! ma dai troppo dolci quei cerbiatti !!!! sono troppo teneri … poi con qualche patate carote sedani e un pochino di pepe… ahahahha ;-P

  2. kaos Says:

    in realtà appena compri dei biscotti vieni aggredito in massa e ridotto a una poltiglia di carne umana…. 🙂
    no alla fine se non fossero malaticci li avrei accarezzati ma erano veramente spelacchiati….
    ciao
    Kaos

  3. Bodhisattva Says:

    ma come mi sembrano tanto puliti dalle foto … e poi magari nn erano trasmissibili all’uomo… hahahahah scommetto che patty li ha toccati !

  4. magister Says:

    Pretendiamo il video di pippo aggredito dai piccio-cervi…

  5. bodhisattva Says:

    Siiiiii il video dei cerbiatti carnivoriiiiiii !!!!! patti ma lo sai che questa era la golden week in jap ? nn escono manga!

  6. bodhisattva Says:

    Kapo , ma poi che avete fatto dopo che siete fuggiti dagli spelachiatti? ti sei mica rifugiata in un altro tempio e sei diventata una miko? oddio adesso nn dirmi che vai in giro per casa sempre in kimono! ;-))

  7. nientedinuovo Says:

    Sono in attesa del consenso dei cerbiatti prima che vengano messi online (per la legge sulla privacy, sapete…)
    Ahimè, ma lo sai che non l’ho ancora provato il kimono? Sarà perchè mi mancano i sandali…eppure ho anche i calzini con il pollicione separato dalle altre dita del piede!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: