Neurolibreria

Tra i tanti scaffali della rete a volte si scovano blog meravigliosi.

Due giovani librai impiegati in una nota (ma anonima, per ovvie ragioni)

catena di librerie riportano fedelmente le loro esperienze quotidiane di lavoro:

un logorante rapporto con una clientela (turistica per lo più) arrogante, ignorante

e a tratti disarmante.
Riporto un loro post per invitarvi ad un giro nella neurolibreria :

CLIENTE TAMARRO: “C’hai il libro di Vasco?”
LIBRAIO: “Sì, eccolo…”
Comincia ad urlare a squarciagola ad una persona non ben precisata dall’altra parte della libreria.
CLIENTE TAMARRO: “Minchia amore!! Guarda!! Cinque Euro e novanta!! E quel pirla di Nico l’ha pagato diciassette e cinquanta!!”
LIBRAIO: “Guardi che quella che ha in mano è un’edizione economica…”
CLIENTE TAMARRO: “Cioè?”
LIBRAIO: “E’ una versione più piccola ma…”
CLIENTE TAMARRO: “Eh sì, il riassunto!”
LIBRAIO: “No, non è il riassunto. E’ solo un libro scritto più piccolo…”
Ricomincia a gridare.
CLIENTE TAMARRO: “Mi’ amore, hai sentito? Fanno anche i libri più piccoli che sono uguali dentro ma sono più piccoli!!”
Stupore generale fra i clienti della libreria. Interviene una vecchia.
VECCHIA: “Me lo fa vedere anche a me?”
Il libraio le porge il libro, ma la vecchia sembra contrariata.
VECCHIA: “Ma quelli piccoli non sono i riassunti di quelli grandi?”
LIBRAIO: “No, signora…”
TAMARRO: “Figa, mi sa però che c’ha ragione la signora… quello del mio amico è mooolto più grosso!”
LIBRAIO: (si accascia sullo sgabello con i primi sintomi di una sincope) “Sì, forse avete ragione voi…”

E per chi non ne avesse abbastanza: se calvino sapesse

ROMANI DE ROMA
-scusi sto a cercà un libbro che ho letto un sacco d’anni fa se je dico a storia lei o trova?
-vediamo, mi dica!
-allora c’è uno che conosce na ragazza e poi a mette in cinta e la butta giù dar palazzo poi se fa pure a sorella de stà ragazza e ammazza pure quella poi cerca de fasse pure l’artra perchè ccerano tre sorelle nno?, però l’ultima sgama e chiama a polizia a copertina me ricordo che era nera co due righette sopra tipo quei libri che c’avete appesi là (i tascabili feltrinelli, ndr) ah!, ner titolo c’era la parola corvo …me pare!
-Cerchiamo il titolo ma non troviamo nulla che corrisponde
-Però nun vale voi ve dovreste legge tutti i libri senno’ uno che ve li chiede a fà…

Dedicato ai lettori : Stefano Benni, psicopatologia del lettore quotidiano

Annunci

Tag: ,

3 Risposte to “Neurolibreria”

  1. D. Says:

    …se una notte d’inverno un viaggiatore…

    D.

  2. bodhisattva Says:

    Ma è semplicemente stupendo … e meno male che non hanno chiesto il nuovo libro di Amici!!!!

  3. mononeuronico Says:

    Prego chiunque abbia da raccontare pezzi simili di scriverli assolutamente…Non tenetevi per voi queste chicche…
    😀

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: